Legacy

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, pur assicurando il massimo impegno al fine di garantire la correttezza e la completezza delle informazioni fornite attraverso questo sito Web, non si assume alcuna responsabilità in ordine ad eventuali errori inesattezze ed omissioni.

Di conseguenza ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele non si assume la responsabilità per danni di qualsiasi natura che possano eventualmente derivare dall’accesso al suddetto sito web e dall’utilizzo delle informazioni da esso fornite.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza periodicità predefinita, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, c. III, L. 62/2001.

×

Privacy

Tutti i dati contenuti in questo sito sono trattati ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n° 196/2003 del Codice in materia di protezione dei dati personali.

A coloro che interagiscono con i servizi Web di ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:

http://www.assomela.it

sono invitati a rispettare la legge sul trattamento dei dati.

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele precisa che tutti i dati sono solo per uso consultivo e ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele opererà nelle dovute sedi qualora se ne facesse uso illecito o non autorizzato.

×

Credits

Progetto Grafico Creazione Sito

ideazione grafica, progetto coordinato, html, animazioni js, implementazioni php e ottimizzazione per motori di ricerca

MAURO MAZZETTO

www.mauromazzetto.it

×

NEWS

Aggiornamento mercato mele Italia: giugno 2023
Venerdì 17 November 2023 9:59 am     Article Hits:1882     A+ | a-
Aggiornamento mercato mele Italia 2022/2023
 
 
- Comunicato stampa di Assomela –
15 giugno 2023
 
 
Martedì 13 giugno si è tenuta l’ultima riunione della stagione del Comitato Marketing di Assomela. L’incontro è stato una occasione per fare un bilancio della campagna 2022/2023 e per discutere circa i possibili scenari relativi alla prossima stagione.  
 
Le giacenze di mele italiane al 1° di giugno si fermano poco al di sotto delle 200.000 tons, inferiori del 23% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Solo l’11% dell’intera produzione italiana destinata al mercato fresco è al momento in stocks. Le giacenze sono estremamente basse per la Golden Delicious – a 105.000 tons. Le vendite di tutte le varietà, anche delle cosiddette “nuove”, hanno subito una forte accelerazione nell’ultimo mese, tanto che per alcune cultivar, ad esempio la Fuji, la stagione, con un certo anticipo rispetto al previsto, può dirsi conclusa.
In termini di volume sono state sostenute anche le vendite di prodotto biologico; tuttavia, per questo comparto le quotazioni hanno fatto fatica ad adattarsi alla condizione di mercato non subendo nessun adeguamento significativo nel corso della stagione.
 
I ritmi di vendita del mese di maggio sono stati piuttosto sostenuti, spinti da una domanda condizionata anche da un clima e temperature piuttosto basse, e certamente pure dalla poca disponibilità di frutta estiva.  
Sebbene i produttori abbiano attentamente rimodulato i piani di decumulo per garantire la presenza del prodotto sul mercato fino all’inizio della prossima stagione commerciale, si è concordi nel sottolineare che un finale di campagna “accettabile” non possa in alcun modo riscattare una annata commerciale che è stata certamente difficile e nella quale né la situazione di mercato né i maggiori costi sostenuti dai produttori si sono riflettuti – se non in casi particolari – in un adeguamento delle quotazioni.
 
Sul fronte delle previsioni di produzione per il 2023, sebbene sia ovviamente troppo presto avere un quadro definito della situazione, ci si attende – alle condizioni attuali – un raccolto italiano nella media e dunque leggermente in risalita rispetto a quello del 2022. Con una produzione probabilmente nella media anche in Europa, stocks pressoché azzerati in agosto, un buono “strascico” lasciato dalla parte finale della campagna precedente e una pressione che non dovrebbe essere altissima del prodotto dell’Emisfero Sud, le premesse per un buon inizio di stagione sembrano esserci. Resta fondamentale la collaborazione tra tutti gli attori della filiera, dalla produzione, alla distribuzione per arrivare al consumatore e al riconoscimento del giusto valore del prodotto.
 
Assomela s.c. è il Consorzio delle Organizzazioni di Produttori di mele italiani che rappresenta il 75% della produzione melicola nazionale, a cui si associano le OP VOG (Marlene), VIP, il Consorzio From e VOG Products della Provincia di Bolzano, Melinda, La Trentina e Mezzacorona della Provincia di Trento, Melapiù della Regione Emilia-Romagna, Rivoira, Lagnasco, Joinfruit e Gullino della Regione Piemonte, Melavì della Regione Lombardia e Frutta Friuli Sca della Regione Friuli-Venezia Giulia.