Legacy

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, pur assicurando il massimo impegno al fine di garantire la correttezza e la completezza delle informazioni fornite attraverso questo sito Web, non si assume alcuna responsabilità in ordine ad eventuali errori inesattezze ed omissioni.

Di conseguenza ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele non si assume la responsabilità per danni di qualsiasi natura che possano eventualmente derivare dall’accesso al suddetto sito web e dall’utilizzo delle informazioni da esso fornite.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza periodicità predefinita, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, c. III, L. 62/2001.

×

Privacy

Tutti i dati contenuti in questo sito sono trattati ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n° 196/2003 del Codice in materia di protezione dei dati personali.

A coloro che interagiscono con i servizi Web di ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:

http://www.assomela.it

sono invitati a rispettare la legge sul trattamento dei dati.

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele precisa che tutti i dati sono solo per uso consultivo e ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele opererà nelle dovute sedi qualora se ne facesse uso illecito o non autorizzato.

×

Credits

Progetto Grafico Creazione Sito

ideazione grafica, progetto coordinato, html, animazioni js, implementazioni php e ottimizzazione per motori di ricerca

MAURO MAZZETTO

www.mauromazzetto.it

×

NEWS

Aggiornamento situazione di mercato: febbraio 2023
Martedì 21 February 2023 1:00 pm     Article Hits:2732     A+ | a-
Aggiornamento situazione di mercato
– Comunicato stampa di Assomela –
Mercoledì 15 febbraio 2023
 
 
Di ritorno dalla kermesse berlinese Fruit Logistica, il settore melicolo ha avuto modo di confrontarsi durante il consueto incontro mensile del comitato marketing sull’andamento di mercato dell’ultimo mese e di discutere le previsioni di produzione per l’Emisfero Sud.
I dati restituiscono una situazione molto simile a quella dello scorso mese, con decumuli regolari e stocks decisamente inferiori alla media per molte varietà. Gli stocks totali per le mele da tavola sono a 961.955 tons, le più basse degli ultimi anni. Per la Golden Delicious quasi il 40% del totale raccolto è stato venduto e al primo di febbraio le giacenze erano tra le più basse mai registrate, inferiori a 330.000 tons. Le vendite della Gala sono procedute speditamente in tutte le regioni italiane con giacenze totali attuali inferiori del 33% rispetto a quelle dello scorso anno; per questa varietà si prevede una chiusura della stagione anticipata rispetto allo scorso anno. Buoni livelli di de-stoccaggio anche per le altre varietà, tra cui spicca la Fuji con vendite nel mese di gennaio che hanno sfiorato le 25.000 tons. Vendite in linea con i piani di decumulo anche per le altre cultivar, sia tradizionali che nuove, per alcune delle quali si iniziano a vedere i segnali di una evoluzione positiva auspicata per la seconda parte della stagione.  
Così come condiviso lo scorso mese, le vendite d’oltremare fanno registrare ottimi volumi, in modo particolare in Medio Oriente ed in Centro/Sud America; da valutare l’evoluzione del mercato indiano che si attiva proprio in questo periodo della stagione. Se il mercato europeo non sembra essere particolarmente dinamico, buone performance si registrano comunque per la Spagna, che si mostra invece recettiva. Una buona ripresa si nota anche nel mercato italiano.
Le notizie che arrivano dall’Emisfero Sud potrebbe essere buone per il comparto italiano delle mele. La produzione per i paesi produttori dell’altro emisfero è prevista in leggero aumento (+5%) e dovrebbe assestarsi ad una quota di poco superiore alle 5 milioni di tonnellate; le previsioni di esportazione sono in crescita rispetto agli scorsi anni, ma con una quota decisamente inferiore di merce destinata al mercato europeo. Questa potrebbe essere una ottima occasione per i produttori italiani di mantenere salde le posizioni in Italia e nel resto d’Europa.
Come già ribadito negli scorsi mesi, sono tanti, gli elementi che stanno influenzando questa stagione commerciale. Le dinamiche dei costi restano preoccupanti, pur con qualche segnale di recupero, ma le previsioni del settore, organizzato e compatto, si sono al momento rivelate corrette. Dopo una prima parte di stagione certamente “faticosa”, si può guardare con più ottimismo alla seconda parte della campagna, consapevoli che solo un comparto fortemente strutturato riesce ad attutire meglio gli effetti di una situazione straordinaria e tutelare, per quanto possibile, la remuneratività dei produttori.
 
Assomela s.c. è il Consorzio delle Organizzazioni di Produttori di mele italiani che rappresenta il 75% della produzione melicola nazionale, a cui si associano le OP VOG (Marlene), VIP, il Consorzio From e VOG Products della Provincia di Bolzano, Melinda, La Trentina e Mezzacorona della Provincia di Trento, Melapiù della Regione Emilia-Romagna, Rivoira, Lagnasco e Gullino della Regione Piemonte, Melavì della Regione Lombardia e Frutta Friuli Sca della Regione Friuli-Venezia Giulia.