Legacy

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, pur assicurando il massimo impegno al fine di garantire la correttezza e la completezza delle informazioni fornite attraverso questo sito Web, non si assume alcuna responsabilità in ordine ad eventuali errori inesattezze ed omissioni.

Di conseguenza ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele non si assume la responsabilità per danni di qualsiasi natura che possano eventualmente derivare dall’accesso al suddetto sito web e dall’utilizzo delle informazioni da esso fornite.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza periodicità predefinita, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, c. III, L. 62/2001.

×

Privacy

Tutti i dati contenuti in questo sito sono trattati ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n° 196/2003 del Codice in materia di protezione dei dati personali.

A coloro che interagiscono con i servizi Web di ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:

http://www.assomela.it

sono invitati a rispettare la legge sul trattamento dei dati.

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele precisa che tutti i dati sono solo per uso consultivo e ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele opererà nelle dovute sedi qualora se ne facesse uso illecito o non autorizzato.

×

Credits

Progetto Grafico Creazione Sito

ideazione grafica, progetto coordinato, html, animazioni js, implementazioni php e ottimizzazione per motori di ricerca

MAURO MAZZETTO

www.mauromazzetto.it

×

NEWS

Situazione di mercato e previsioni di produzione Emisfero Sud
Mercoledì 10 February 2016 4:56 pm     Article Hits:15928     A+ | a-

Situazione di mercato e previsioni di produzione Emisfero Sud

- Comunicato stampa di Assomela 9 Febbraio 2016

Il Comitato marketing di Assomela ha analizzato la situazione del mercato a livello nazionale e ha discusso i dati di previsione di produzione per l’Emisfero Sud.

Gli stocks e le vendite

Dalla partenza della stagione commerciale sono state vendute complessivamente 887.653 ton., perfettamente in linea con gli anni precedenti e con l’impostazione dei piani di decumulo. Con le buone vendite del mese di gennaio gli stocks di mele da tavola, che ammontano a 1.121.493 ton., sono inferiori a quelli dello stesso periodo dello scorso anno.

Dal punto di vista varietale per il gruppo Gala si registra una vendita record sia per il mese di gennaio, con 32.915 ton., che da inizio stagione, con 247.233 ton. Su questa base si ritiene che le scorte attuali, pari a 39.624 ton., possano finire con un mese di anticipo rispetto allo scorso anno.

Prosegue anche con una buona fluidità e secondo i piani di decumulo delle OP la vendita della Golden Delicious con un volume totale commercializzato di 280.000 ton. da inizio stagione. Giacenze inferiori a quelle dello scorso anno si segnalano pure per Granny Smith (80.732 ton.) e Braeburn (50.429 ton).

È iniziata regolarmente da qualche settimana anche la commercializzazione della Fuji.
La qualità del prodotto stoccato è buona e gli iniziali problemi per alcune varietà sono stati

definitivamente superati.

Le previsioni di produzione dell’Emisfero Sud

In occasione di Fruit Logistica si è tenuto il tradizionale meeting di WAPA con la presentazione delle previsioni di produzione e dei programmi di esportazione dei maggiori paesi produttori dell’Emisfero Sud, come di seguito riportati.

Per quanto riguarda le produzioni si rileva una prospettiva di diminuzione di circa il 2% che porta il volume totale a 5.297.000 ton.
La qualità viene confermata generalmente buona
. Sono segnalati danni da grandine su un’area di circa 3.500 ha in Argentina e calibri mediamente inferiori per le mele del Sud Africa a causa del caldo e di una prolungata siccità.

I primi arrivi in Europa sono previsti per la metà fine marzo, a seconda del paese di provenienza, in linea con quanto accaduto lo scorso anno.

Previsioni di produzione Emisfero Sud (fonte WAPA)

x 1000 tons

Paese

2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

P2016

[1]

[2]

Argentina

980

933

800

1.048

853

930

890

834

820

-2%

-7%

Australia

262

263

255

260

293

289

275

309

311

1%

7%

Brasile

983

1.053

1.226

1.250

1.184

1.063

1.165

1.145

1.100

-4%

-2%

Cile

1.770

1.811

1.755

1.784

1.806

1.755

1.667

1.678

1.635

-3%

-4%

Nuova Zelanda

434

466

448

513

476

550

478

554

548

-1%

4%

Sud Africa

749

747

775

768

813

907

794

863

883

2%

3%

Totale

5.178

5.272

5.260

5.623

5.426

5.494

5.269

5.383

5.297

-2%

-2%

[1]Differenza percentuale tra previsione 2016 e produzione consuntiva 2015
[2] Differenza percentuale tra previsione 2016 e media delle produzioni consuntive 2013/2014/2015

La destinazione d’uso dei frutti raccolti fornisce una indicazione importante per valutare il livello di impatto sul mercato.
In tal senso si rilevano programmi di esportazione globalmente superiori del 6
% rispetto all’anno precedente.

Tutti i paesi dell’Emisfero Sud indicano un incremento preferenziale verso aree diverse dalla Comunità Europea, meno attrattivo per la forte produzione locale, per il tasso di cambio sfavorevole con l’Euro e per la necessità di alcuni paesi di trovare destinazioni alternative per la perdurante chiusura del mercato Russo.

Considerando tali fattori si ritiene che, in linea con quanto evidenziato nelle annate recenti, solo una ridotta quantità di mele dell’Emisfero Sud prenderanno la strada per l’Europa.

Programmi di esportazione (fonte WAPA)

Export in tonnellate

Paese

2013

2014

2015

P2016

[1]

[2]

Argentina

163.500

145.600

118.116

120.000

2%

-16%

Australia

 

1.800

3.600

3.700

3%

106%

Brasile

85.467

44.294

60.112

65.000

8%

3%

Cile

832.000

808.000

612.000

670.362

10%

-11%

Nuova Zelanda

324.685

310.668

330.513

347.763

5%

8%

Sud Africa

434.663

page2image158808 page2image160576

339.321

413.096

423.557

3%

7%

TOTALE

1.840.315

1.649.683

1.537.437

1.630.382

6%

-3%

[1] Differenza percentuale tra previsioni di export per l'anno 2016 e export anno 2015
[2] Differenza percentuale tra previsioni di export per l'anno 2016 e media export 2013-2014-2015

Tendenze e prospettive
I trends di vendita si sono confermati molti buoni ed in linea con quanto previsto.

Viste le positive dinamiche di decumulo per la varietà Gala e stocks particolarmente bassi per le Stark statunitensi, che in gennaio erano inferiori del 36% rispetto allo stesso periodo dell’anno

page2image184928 page2image185088

precedente, le varietà rosse e in particolare Red Delicious e Braeburn, potranno trovare meno pressione sui mercati internazionali e migliorare i loro trends di vendita.

Le informazioni raccolte a Fruit Logistica indicano prospettive di importazione di mele dall’Emisfero Sud abbastanza contenute.

La Polonia, paese più toccato dalla chiusura del mercato russo, non manifesta una pressione particolare sul mercato europeo, principalmente per un assortimento varietale che non incontra i gusti dei principali consumatori europei. Per fare fronte ai problemi derivanti dalla chiusura del mercato russo i produttori polacchi hanno la possibilità di ritirare dal mercato circa 300.000 ton. di mele con aiuti comunitari. Questa leva sarà importante nella seconda metà della stagione commerciale anche per mantenere un buon equilibrio tra domanda ed offerta sui mercati Europei più importanti per i produttori italiani.

La remunerazione si conferma in ripresa rispetto all’anno precedente, pur ancora non pienamente soddisfacente per i produttori.

I dati disponibili fino a questo momento permettono comunque di confermare le valutazioni confortanti sulla attuale situazione di mercato e su una sua positiva evoluzione nei prossimi mesi.

Assomela s.c. è il Consorzio delle Organizzazioni di Produttori di mele italiani che rappresenta l’80% della produzione melicola nazionale, a cui si associano le OP VOG (Marlene), VIP, VOG Products e FROM della Provincia di Bolzano, Melinda, “la Trentina” e Mezzacorona della Provincia di Trento, COZ e Nord Est della Regione Veneto, Melapiù della Regione Emilia Romagna, Rivoira e Lagnasco della Regione Piemonte, Friulfruct del Friuli Venezia Giulia e Melavì della Regione Lombardia.