Legacy

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, pur assicurando il massimo impegno al fine di garantire la correttezza e la completezza delle informazioni fornite attraverso questo sito Web, non si assume alcuna responsabilità in ordine ad eventuali errori inesattezze ed omissioni.

Di conseguenza ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele non si assume la responsabilità per danni di qualsiasi natura che possano eventualmente derivare dall’accesso al suddetto sito web e dall’utilizzo delle informazioni da esso fornite.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza periodicità predefinita, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, c. III, L. 62/2001.

×

Privacy

Tutti i dati contenuti in questo sito sono trattati ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n° 196/2003 del Codice in materia di protezione dei dati personali.

A coloro che interagiscono con i servizi Web di ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:

http://www.assomela.it

sono invitati a rispettare la legge sul trattamento dei dati.

ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele precisa che tutti i dati sono solo per uso consultivo e ASSOMELA - Associazione Italiana Produttori di mele opererà nelle dovute sedi qualora se ne facesse uso illecito o non autorizzato.

×

Credits

Progetto Grafico Creazione Sito

ideazione grafica, progetto coordinato, html, animazioni js, implementazioni php e ottimizzazione per motori di ricerca

MAURO MAZZETTO

www.mauromazzetto.it

×

NEWS

Le mele italiane guadagnano l’accesso al mercato tailandese
Giovedì 23 April 2020 4:42 pm     Article Hits:2092     A+ | a-

È di oggi la notizia ricevuta direttamente dall’Ambasciatore Italiano in Tailandia, S.E. Lorenzo Galanti, della pubblicazione sulla gazzetta ufficiale tailandese del protocollo di esportazione delle mele italiane nel mese.
Si tratta di un risultato eccezionale, frutto della stretta e proficua collaborazione di tutte le parti coinvolte – i produttori, attraverso Assomela e CSO Italy, il Ministero delle Politiche Agricole, gli uffici ICE in Italia e a Bangkok, l’ambasciata italiana in Tailandia e la delegazione UE nel paese. Un lavoro sinergico che permetterà, dopo poco più di anno dall’inizio concreto delle negoziazioni, di esportare le mele italiane già dalla prossima stagione.
Dopo l’incontro dello scorso maggio dell’ambasciatore Galanti e dei rappresentati di Assomela con il Dipartimento dell’Agricoltura Thailandese a Bangkok, le autorità del paese hanno provveduto in tempi rapidi alla stesura di un “Pest Risk Assessment” e si sono recati in Italia per la visita ispettiva già nel settembre 2019.
Il protocollo è effettivo già dal 23 aprile e permetterà ai produttori italiani di esportare le proprie mele a partire già dalla prossima stagione commerciale. I mesi primaverili ed estivi serviranno agli operatori per impostare e condurre i controlli durante la fase di produzione, registrando le liste di frutteti e gli stabilimenti di lavorazione, per essere pronti ad esportare dalla campagna 2020/2021.
La Tailandia è nel Sud est asiatico uno dei paesi con maggiore organizzazione del sistema distributivo e dall’enorme potenziale per i produttori italiani, i cui investimenti in termini di rinnovo varietale degli ultimi anni possono ora permettere di avere a disposizione varietà che rispondono al gusto anche dei consumatori tailandesi.
Le prospettive per divenire protagonisti nel mercato tailandese sono molto buone, i prossimi anni richiederanno costanza e coordinamento ma i principali Consorzi e players italiani hanno tutta l’esperienza, capacità ed organizzazione per esportare in Tailandia le proprie mele e la qualità del Made in Italy.
Negli ultimi anni garantire maggiori sbocchi commerciali ai nostri produttori è stato tra i principali obiettivi di Assomela. Aver permesso in tempi così rapidi l’accesso al mercato tailandese e con un eccellente lavoro di squadra ci rende particolarmente orgogliosi del risultato” - ha dichiarato Alessandro Dalpiaz, direttore di Assomela.
Anche questa volta più che mai il lavoro di squadra ha dato ottimi risultati ed in tempi brevissimi. Ribadisce  Simona Rubbi – responsabile relazioni internazionali d CSO Italy –Dopo aver ottenuto il semaforo verde da parte delle Autorità tailandesi,  siamo già pronti per mettere in pista tutto quanto sarà necessario per rendere accessibile questo  mercato anche ad altre eccellenze italiane come kiwi, pere, uva da tavola ed agrumi. Ci auguriamo che lo schema vincente delle mele sia replicato anche per gli altri prodotti.